Collagene marino

2 Settembre 2022
collagene-marino-2.jpg

Il collagene è uno degli integratori più adoperati nel mondo della medicina estetica dal momento che permette di ottenere dei risultati soddisfacenti in termini di aumento di tonicità della cute. Una delle formulazioni più utilizzate è il cosiddetto collagene marino, ottenuto dal pesce.

Il collagene è la più importante proteina strutturale dell’organismo e funge da sostegno basilare per il tessuto sottocutaneo. Allo stato attuale, sono note circa 28-30 tipologie di collagene e ognuna di essa assolve a una specifica funzione nel tessuto connettivo. Il collagene si combina con altre proteine fondamentali quali la tropoelastinao la laminina per fornire ai tessuti il giusto grado di elasticità e di resistenza agli sforzi e alle tensioni.

A cosa serve il collagene

Il collagene è una proteina strutturale formata dalla ripetizione di tre amminoacidi fondamentali, i quali si ripetono ciclicamente. Questa proteina viene sintetizzata da cellule apposite presenti nella porzione profonda della cute, conosciute come fibroblasti. La senescenza cutanea è data dal fatto che, dopo una certa età, la produzione endogena di collagene da parte dei fibroblasti tende a calare, conferendo alla cute un minor grado di elasticità e di resistenza alle tensioni.

Il collagene interviene fondamentalmente nella parte più profonda della cute, fungendo da ancoraggio meccanico per l’epidermide e attutendo gli sforzi e i traumi che vengono impressi sulla pelle. Quando, dunque, la produzione endogena di collagene diminuisce è più semplice che emergano inestetismi cutaneiquali la formazione di macchie ipercromiche e le rughe statiche.

Il collagene è una proteina strutturale del derma che ha il fine di ancorare il tessuto sottocutaneo, conferendo resistenza e protezione dai traumi diretti dall’esterno. Quando la produzione di collagene tende a calare è più facile che emergano inestetismi della cute, come le rughe.

Che cos’è il  collagene marino

Il collagene marino è una tipologia di collagene che deriva dall’estrazione del tessuto connettivo dei pesci. Proprio per tale ragione, informalmente, il collagene marino è anche noto come collagene di pesce o colla di pesce. A differenza del collagene endogeno, il collagene marino viene preventivamente idrolizzato, ossia scomposto in tanti piccoli frammenti chimici, i quali sono più facilmente digeribili e assimilabili dall’organismo sotto forma di integratori.

Al pari del collagene endogeno, il collagene marino è in grado di contrastare l’azione antiossidante dei radicali liberi nei tessuti connettivi nonché di inibire l’azione degradativa di alcuni enzimi litici di membrana.

Le proprietà del collagene marino

Il collagene marino vanta numerose notevoli proprietà benefiche per l’organismo, favorendo primariamente la mobilità articolare e riducendo il senso di dolore e di infiammazione a livello dei capi articolari.Il collagene marino è inoltre in grado di aumentare la forza ossea e di migliorare la connessione delle miofibrille cardiache, esercitando anche un effetto benefico sul cuore.

Sul versante estetico, invece, il collagene marino stimola in maniera importante l’attività dei fibroblasti a ripristinare le scorte di collagene endogeno e protegge anche il pool di sostanze antiossidanti prodotte dall’organismo. Quando si assume il collagene marino per i tempi giusti, alla fine del trattamento, la cute appare inevitabilmente più unita e idratata e più elastica, attenuando la fastidiosa presenza delle rughe statiche. Il collagene marino interviene inoltre nel concorrere a schermare maggiormente la pelle dall’azione nociva dei raggi ultravioletti del Sole.

Il collagene marino è un integratore a uso estetico oper beneficio articolare che deriva dall’estrazione del tessuto connettivo dei pesci. Esso vanta notevoli proprietà estetiche, tra cui la capacità di conferire alla pelle un tono più vigoroso e una maggiore idratazione.

Come assumere il collagene marino

Il collagene marino può essere assunto in varie formulazioni: una delle più utilizzate è il collagene marino direttamente da bere ovvero in formato liquido. Quest’ultimo è facilmente trasportabile, può essere conservato senza problemi e può essere dolcificato a piacere.

Il collagene marino in polvere è invece più economico e va necessariamente disciolto in presenza di acqua, facendo attenzione ache tutto il prodotto venga adeguatamente miscelato. Infine, il collagene marino in compresse rappresenta forse la soluzione più rapida e immediata per l’assunzione dell’integratore.

Indipendentemente dalla formulazione, l’integrazione del collagene marino dovrebbe essere mantenuta per almeno tre mesi facendo in modo di assumere almeno 5 grammi al giorno di prodotto, al fine di raggiungere risultati estetici desiderati.

 

Fonti:

  • William W. Huang, Christine S. Ahn, Clinical Manual of Dermatology, Springer2020.
  • Tullio Cainelli, Alberto Giannetti, Alfredo Rebora, Manuale di dermatologia medica e chirurgica, McGraw Hill 2017.
  • RD Alcock, GC Shaw, N Tee, Plasma Amino Acid Concentrations After the Ingestion of Dairy and CollagenProteins, in Healthy Active Males. Front Nutr. 2019

info@stimolacollagene.it

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy


I contenuti editoriali presenti nel sito sono stati redatti a puro scopo informativo e non devono essere considerati quali sostituti alla consulenza medica. Si consiglia di rivolgersi al proprio medico e/o specialista per qualunque informazione e approfondimento. La Neuroriabilitazione non è sottoposto alle regolamentazioni introdotte dalla Legge n. 62 del 7.03.2001. © Copyright 2020 STIMOLACOLLAGENE.IT

TAUMEDIKA srl - 00138 Roma - via Monte Giberto, 33 - P.Iva 12980441005