Rughe sotto gli occhi

18 Gennaio 2023
rughe-sotto-gli-occhi-1.jpg

A cura della  Redazione

Le rughe sotto gli occhi sono determinate dal concorso di numerosi fattori. Dalla degradazione del collagene all’esposizione continua ad agenti esogeni, la già fragile cute sotto gli occhi è messa duramente alla prova diventando la prima zona del copro dove si palesano i segni dell’invecchiamento. Ripristinare il collagene e favorire l’idratazione della pelle devono essere considerate le priorità di ogni trattamento di medicina estetica.

Cosa sono le rughe sotto gli occhi

Le rughe sotto gli occhi sono degli inestetismi cutanei che si manifestano nella zona inferiore dell’area perioculare. È l’area del corpo maggiormente soggetta all’invecchiamento cutaneo sia a causa della sottigliezza e fragilità della cute intorno agli occhi sia a causa della sua continua esposizione a fattosi esogeni di diverso tipo. Le rughe si mostrano come solchi nella pelle non eccessivamente profondi, spesso collegate ad una perdita di tono generale che tende, sotto l’effetto della gravità, a tirare la pelle verso il basso favorendo anche la formazione di borse sotto gli occhi.

Esposta continuamente ai raggi solari ed esposta agli effetti di freddo, caldo e vento, la cute intorno gli occhi è posta sotto stress in continuazione. La sua sottigliezza non permette ai tessuti di ottimizzare i processi di idratazione e stimolare una appropriata produzione di collagene ed elastina. Per tali ragioni si ha una prematura rottura delle fibre collagene e la tendenza alla disidratazione cutanea, cause di un invecchiamento precoce.

Cause delle rughe sotto gli occhi

Le rughe sotto gli occhi possono essere causate da una varietà di fattori che includono il naturale invecchiamento, la disidratazione cutanea, l’esposizione prolungata ai raggi solari, lo stile di vita, fattori genetici e l’esposizione a sostanze chimiche dannose per la pelle. Un fattore centrale, nella formazione di questo inestetismo, è rappresentato dai muscoli responsabili della mimica facciale che sottopongono la già fragile cute a continue sollecitazioni.

Nel complesso, è necessario sottolineare come la pelle sotto gli occhi sia molto sottile e delicata, suscettibile ad una serie di fattori endogeni ed esogeni, anche negli anni giovanili quando vi è una produzione di collagene ed elastina sufficiente a mantenere la pelle in salute. Le sue caratteristiche fanno si che sia una delle prime zone del volto a mostrare i segni dell’invecchiamento e considerando la moltitudine di fattori incidenti sulla condizione è possibile comprendere il perché della formazione cosi prematura di questi inestetismi.

I fattori che incidono sulla formazione delle rughe sotto gli occhi sono:

  • Azione dei muscoli mimici facciali
  • Invecchiamento cutaneo
  • Esposizione prolungata ai raggi UV
  • Tabagismo
  • Abuso di alcool
  • Esposizione ad agenti chimici
  • Esposizioni a condizioni climatiche estreme (caldo, freddo, vento)
  • Disidratazione
  • Dieta alimentare disequilibrata
  • Fototipo chiaro
  • Predisposizione genetica
  • Dermatite
  • Scarso riposo notturno

L’azione di questi fattori è orientata a danneggiare la struttura del collagene impedendone, inoltre, la riorganizzazione e corretta disposizione. Nel tempo, inoltre, la difficoltà della sintesi di nuovo collagene rende la condizione molto difficile da contrastare.

Rughe occhi: come prevenirle?

L’azione preventiva permette di ritardare o limitare la comparsa delle rughe sotto gli occhi agendo sulla conservazione dell’efficienza dell’ambiente cellulare locale. Innanzitutto, è consigliato l’uso quotidiano di creme idratanti e contenenti acido ialuronico, retinolo e collagene. Il retinolo, meglio noto come vitamina A, contribuisce alla sintesi di nuovo collagene e permette alla cute di ripristinare il tono e la luminosità naturali. Una crema esfoliante, invece, può dimostrarsi efficace nell’eliminazione della pelle morta e nella stimolazione dei processi cellulari di rigenerazione cutanea. A quest’ultima è opportuno associare una crema solare con SPF elevato.

Considerare l’uso dei cosmetici come unica azione risolutiva e preventiva è errato poiché senza uno stile di vita sano non è possibile preservare la salute della pelle del viso. Una dieta sana ed equilibrata, ricca di frutta, verdura ed altri cibi che contengono antiossidanti, permette di limitare lo stress ossidativo del tessuto cutaneo preservandolo dalla degradazione preventiva del collagene. Nella corretta dieta alimentare va intesa anche una giusta idratazione con almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno.

Bisogna prestare particolare attenzione, inoltre, al fumo di sigaretta. Quest’ultimo, oltre che ad incidere negativamente su una lunga serie di patologie e disturbi, accelera in modo drastico l’invecchiamento cutaneo, soprattutto sotto gli occhi e nelle altre zone del viso dove la pelle è molto sottile e delicata.

Trattamenti

La medicina estetica propone diverse soluzioni, tutte efficaci, per correggere le rughe sotto gli occhi. L’azione di questi trattamenti è diretta a migliorare il metabolismo cellulare fornendo le sostanze necessarie, o creando le condizioni. In sintesi i trattamenti sono basati sulla somministrazione di:

  • Antiossidanti – Gli antiossidanti servono a migliorare la salute dei tessuti limitando e contrastando l’azione dei radicali liberi (ROS). Gli antiossidanti più efficaci e facilmente assimilabili sono i carotenoidi, il coenzima Q10 (fondamentale per il corretto funzionamento degli organelli intracellulari), vitamina C, vitamina E, polifenoli (assimilabili da estratti vegetali), acido lipoico.
  • Collagene – Il collagene può essere somministrato sotto diverse forme tuttavia la sua struttura chimica non ne consente una facile metabolizzazione. L’uso di dermofiller con collagene ricombinante permette di iniettare direttamente nei tessuti collagene capace di stimolare una risposta biologica di riparazione e migliorare l’idratazione e l’ambiente dove si svolgono i processi cellulari. Molti trattamenti di medicina estetica moderni si basano, come il dermofiller, sulla stimolazione della produzione di collagene endogeno.
  • Acido ialuronico e peptidi – Sostanze fondamentali per il corretto metabolismo cellulare e la corretta idratazione dei tessuti.

Per quanto riguarda i trattamenti di medicina estetica più efficaci sono ricompresi:

  • Iniezione di tossina botulinica

L’iniezione di tossina botulinica ha il compito di limitare il movimento dei muscoli sottostanti all’area dove si sono formate le rughe. Non vi è una reale azione sulla produzione di nuovo collagene ed elastina.

Questa categoria di prodotti è pensata per il riempimento delle rughe, eliminando l’effetto antiestetico delle stesse. Tuttavia, negli ultimi anni i filler si sono evoluti aggregando ai prodotti riempitivi sostanze capaci di stimolare il metabolismo cellulare.

  • Trattamenti laser

I trattamenti laser puntano a migliorare il metabolismo cellulare “riscaldando” i tessuti in profondità. Migliorando il metabolismo cellulare aumenta la produzione di collagene ed elastina.

  • Biorivitalizzazione

La biorivitalizzazione prevede l’uso di sostanze capaci di stimolare i tessuti a rigenerarsi naturalmente. Le sostanze iniettate differiscono a seconda delle necessità; resta sempre valido l’utilizzo di PRP (plasma ricco di piastrine) o prodotti derivati dai polidesossiribonucleotidi.

  • Radiofrequenza

La radiofrequenza sfrutta le proprietà delle onde radio per stimolare il metabolismo cellulare.

  • Peeling chimici

I peeling chimici servono a rimuovere lo strato più superficiale della cute per richiamare una risposta riparativa da parte dei tessuti. La rimozione della cute superficiale è effettuata mediante l’ausilio di acidi in basse percentuali.

  • Microdermoabrasione

La microdermoabrasione condivide lo stesso meccanismo del peeling tuttavia la rimozione della cute superficiale è effettuata meccanicamente mediante appositi dispositivi.

FONTI:

  • Tullio Cainelli, Alberto Giannetti, Alfredo Rebora, Manuale di dermatologia medica e chirurgica, McGraw Hill 2017.
  • Ferdinando Terranova, Carlo Alberto Bartoletti, Biologia molecolare dell’invecchiamento cutaneo intrinseco ed estrinseco, EMC – Cosmetologia Medica e Medicina degli Inestetismi Cutanei, Vol.5 Issue 1, 2008, pp 1-14.
  • Peter Fratzl, Collagen: Structure and Mechanics, Springer, 2008.

 

info@stimolacollagene.it

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy

I contenuti editoriali presenti nel sito sono stati redatti a puro scopo informativo e non devono essere considerati quali sostituti alla consulenza medica. Si consiglia di rivolgersi al proprio medico e/o specialista per qualunque informazione e approfondimento. Stimolacollagene.it non è sottoposto alle regolamentazioni introdotte dalla Legge n. 62 del 7.03.2001.

© Copyright 2020
STIMOLACOLLAGENE.IT

CHI SIAMO

StimolaCollagene è un progetto editoriale nato per fornire informazioni chiare e attendibili sui temi relativi al mondo del collagene. Per informazioni o domande, inviaci una mail all’indirizzo info@stimolacollagene.it

TAUMEDIKA srl - 00138 Roma - via Monte Giberto, 33 - P.Iva 12980441005